lunedì 14 maggio 2012

Ricetta tipica delle Marche: la crescia sa i arvans


Eccomi pronta come tutti i lunedì mattina alle ore 9.00 a pubblicare la ricetta tipica della regione Marche; questa settimana il tema è "I rustici". Vi invito a visionare anche gli altri blog che hanno aderito a questa splendida iniziativa, dove ogni regione pubblica una ricetta tipica della propria zona. Si ha così la possibilità di conoscere molte ricette provenienti da ogni parte d'Italia avendo la sensazione di viaggiare in un grosso carrozzone inseguendo un bellissimo arcobaleno. Quindi non perdetevi l'occasione di salire a bordo assaporando gusti, profumi, aromi diversi insieme a:

CALABRIA:  A pizza chi brocculi ‘ffucati  di Rosa ed Io
CAMPANIA:  Panini napoletani    di Le Ricette di Tina

SICILIA: Arancini Rustici di Cucina che ti Passa
TOSCANA:  Cecina di Non Solo Piccante
LOMBARDIA: La fitascetta  di L’Angolo Cottura di Babi
VENETO: Pizza di polenta  di Semplicemente Buono
FRIULI VENEZIA GIULIA:  Strucolo de nose in straza (o Kuhani Struklji) di Nuvole di Farina
PIEMONTE:  Polpetton  di La Casa di Artù
EMILIA ROMAGNA: Erbazzone reggiano  di Zibaldone Culinario
TRENTINO ALTO ADIGE:   Strudel de patate di A Fiamma Dolce
PUGLIA:  di Breakfast da Donaflor (http://breakfastdadonaflor.blogspot.it/)
LAZIO:  di Chez Entity (http://elly-chezentity.blogspot.it/)
LIGURIA:    fiori de succa friti di Un’arbanella di Basilico
UMBRIA:  Torta al Testo di 2 Amiche in Cucina   
MARCHE: La crescia sa i arvans di La Creatività e i suoi Colori
ABRUZZO: Pizza rustica salata di In Cucina da Eva




La ricetta che posterò per questa occasione è "la crescia sa i arvans", intesa come pizza rustica realizzata con gli "avanzi" che spesso ci troviamo nel frigo: un ultimo pezzettino di formaggio, una fetta di mortadella o di prosciutto crudo rimasta dalla sera prima o un cartoccino di parmigiano grattugiato che parcheggia un po "stanco" da un po' di giorni. E visto che siamo in un periodo di crisi, quale altro modo per utilizzare tutte queste piccole rimanenze per preparare una pizza che ci farà leccare i baffi e deliziare l'olfatto e la vista! Questa pizza rustica è l'idea ottimale da mettere nel cestino da pic-nic o per la merenda dei propri bambini; inoltre, se tenuta in un luogo fresco o tra un canovaccio, si mantiene per qualche giorno.


Ingredienti


gr. 700 di farina
3 uova
gr. 25 di lievito
gr. 100 di parmigiano grattugiato 
gr. 100 di prosciutto crudo
gr. 100 di emmenthal
1 bicchiere di latte
1 bicchiere di olio
sale e pepe


In una ciotola impastiamo la farina, le uova, il lievito sciolto nel latte tiepido, il parmigiano grattugiato, l'olio, il sale e il pepe ottenendo un impasto morbido e compatto. Lasciamo lievitare per 30 minuti e poi aggiungiamo il prosciutto crudo e l'emmenthal, entrambi tagliati a dadini. Impastiamo velocemente e poi stendiamo in una teglia.




Lasciamo lievitare per altri 30 minuti e poi inforniamo a 180° per 45 minuti in forno precedentemente riscaldato. Sforniamo e lasciamo raffreddare sulla grata da dolci. Buon appetito!
Vi ricordo che il prossimo appuntamento con le ricette tipiche della regione Marche sarà lunedì 21 maggio alle ore 9.00 sempre in questo blog. Per altre ricette, da condividere insieme, si sentiamo durante la settimana.








29 commenti:

  1. sarà pure con gli avanzi...ma è certamente favolosa...soffice e saporita. Ciao.

    RispondiElimina
  2. Insomma sarà frutto di un riciclo e ma tesoro che GODURIAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAA
    Complimenti Sabrina una ricetta da conservare e usare a go go!!!!!!!!GRAZIE!!!!!
    Un bacione e buona settimana!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  3. la conosco è favolosa e sfido chiunque a vederla come un riciclo!
    baci
    Alice

    RispondiElimina
  4. che buona! si vede che stiamo vicine di regione! è molto simile alla pizza rustica abruzzese (che poi si fa una versione leggermente diversa anche in Molise) ciao da In cucina da Eva!

    RispondiElimina
  5. Bella questa crescia e buona!mi piace anche il contest!

    RispondiElimina
  6. bella ricetta, con gli avanzi si realizzano ricette gustosissime e di questi tempi..... baci e buon inizio settimana

    RispondiElimina
  7. Sicuramente un piatto ricco, anche se come dici tu, può essere usato come svuotafrigo! la presentazione lo rende perfetto e delizioso! mi piace molto questa tua ricettina cara!!!

    RispondiElimina
  8. Ero proprio curiosa di vederla, ne ho sentito spesso parlare, ma ora l'ho quasi assaggiata da te e mi sembra davvero ottima. Grazie mille per le tue splendide ricette, un bacione e buona giornata!

    RispondiElimina
  9. con gli avanzi questa bonta ?! ottima....

    RispondiElimina
  10. pensa che mia suocera è delle marche e non me l'ha mai fatta!...devo recuperare!
    ottima!
    a proposito delle marche, vieni a guardare il nostro nuovo contest sicuramente conosci già qualche premio ^__^!!
    ciao Sabri
    Valeria

    RispondiElimina
  11. Ricetta davvero splendida! e poi diciamo la verità anche molto utile serve sempre qulache buona ricetta per finire qualche pezzetto di salume o di formaggio che abbiamo nel frigo.
    Complimenti. Elisa e Laura

    RispondiElimina
  12. Un mix dolce e salato al quale non si riesce proprio a dire di no. Saranno anche avanzi di qualche pasto precedente... ma cucinati così assumono un aspetto squisito.

    RispondiElimina
  13. me ne dai pu pezzettino?!!!strepitosa

    RispondiElimina
  14. Cara Sabrina mi incuriosiva già dal titolo e adesso ancor di più!!!Bravissima cara, un'eccellente ricetta!!!Baci

    RispondiElimina
  15. Brava, una bella ricetta riciclosa che non sembra affatto un riciclo ma renda ancora più speciali gli avanzi. Dal titolo non avrei mai capito anzi mi sono chiesta più volte cosa fossero gli arvans...immaginavo qualche erba selvatica....un abbraccio

    RispondiElimina
  16. Caio Sabrina, sei stata bravissima!! la cucina degli avanzi mi è sempre piaciuta, utile e buona allo stesso tempo.
    Questa crescina poi... *_* che bontà!!!! già immagino il suo sapore!!
    bravissima!!! un bacione tesoro e buon inizio settimana!!

    RispondiElimina
  17. non sapevo si facesse così..dev'essere ottima!!ciao cara un bacione

    RispondiElimina
  18. ciaooo non sapevo si facesse così..ottima davvero!!un bacione ciaoo

    RispondiElimina
  19. Lo dico sempre che le ricette del riciclo sono sempre le più fantasiose e le più buone! Questa ne è un esempio supremo!!!

    RispondiElimina
  20. Interessante anche il mio frigorifero è stracolmo di cartoccini... li odiiiiiiiiiiioooooooooooo!!!
    Certo che con crudo ed emmentaler darà un'altra cosa... ma prendo nota lo stesso!!!baci

    RispondiElimina
  21. una pizza rustica che è una goduria! altro che riciclo...!!! di una bontà unica...! bella ricca e saporitissima!
    bacioni

    RispondiElimina
  22. Questa iniziativa è bellissima, le Marche sono meravigliose e mi ricordano la mia infanzia quando il mio papà ci prenotava un appartamento a Porto San Giorgio e andavo a fare colazione alla caffetteria Novecento e il tuo piatto è fantastico! Ti abbraccio e ti aspetto da me.

    RispondiElimina
  23. Sabrina ma che buona!!!! Adoro poi le ricette con gli avanzi, anche perché ogni volta puoi cambiare il gusto.
    Bravissima!!!!
    Un bacio

    RispondiElimina
  24. Devo ribadire che amo la buona tavola, per cui ho ben apprezzato la ricetta di questa focaccia.

    RispondiElimina
  25. Ciao Sabri scusami riesco a passare solo ora. La tua crescia è golosissima, mi ricorda una bella vacanza dalle tue parti... bacio a presto

    RispondiElimina
  26. che buona ...... ma sai che non l'ho mai fatta ..... la proverò senz'altro ....ciao un bacio

    RispondiElimina
  27. Mai avanzi sono stati riutilizzati in maniera golosa e gustosa!!!! Che spettacolo davvero! Baci

    RispondiElimina
  28. che buona questa ricetta ,brava alla cuoca e non deve essere molto difficile a farla , provero' , passa da me www.metalfimo2.blogspot.com

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...